!!!AVVERTENZA!!! raccomandazione, insomma clicca su sto cazzo di banner nero!
…è uscita il tre Febbraio Santa Clarita Diet, un’altra serie targata Netflix, di genere Comico/Horror, è stata doppiata totalmente in Italiano ed è completa di tutti gli episodi della prima stagione, può dire poco all’inizio ma se avrete pazienza di seguirla, le battute e le situazioni idiote vi trascineranno tutti nel vortice.

I quattro membri principali: Sheila Hammond la moglie (succube di un serio disturbo alimentare), di cui veste il ruolo una sempre buffa (Drew Barrymore segnandone il suo ritorno all’horror), il suo accondiscendente marito Joel Hammond interpretato da un esilarante (Timothy Olyphant) la figlia Abby Hammond Liv Hewson ed il loro il vicino super Nerd esperto di…tutto ciò che serve (guardacaso) Eric Bemis (Skyler Gisondo)

La vita scorre placidamente a Santa Clarita (cittadina Californiana non distante da Los Angeles) per la famiglia Hammond, solite vite pallose da americani medi, vite inscatolate da formica operaia, vendute in serie senza che nessuno se ne accorga, poi qualcosa cambia, ma che dico poi, subito! Perché la serie non da un secondo per abituarsi allo squallore del sobborgo, gli eventi pestano sull’acceleratore…e si parte da zero a cento un nano secondo.

La serie galleggia placidamente cullata tra le atmosfere plasticose della vita nei sobborghi di Desperate Housewife e la “fame” giustiziera in ottica Dexteriana, e proprio da quest’ultima serie prende spunto a piene mani, (cosa che ho trovato abbastanza inutile) ed ecco come:

Vengono allestite camere di morte ricoprendo tutto di cellophane, oppure, marito e moglie si impogono la regola di, uccidere solo chi se lo meriti…(troppo politicamente corretto, cazzo era una buona occasione per per un pò di spietatezza nell’uccidere chiunque capitasse a tiro)…almeno questo succede nelle prime puntate, credo che gli sceneggiatori, si siano accorti di quanto l’idea fosse…stronza. Infatti… La storia non si sviluppa in modo così tanto imbecille come vi ho fatto credere, è vero che gli intenti erano quelli da me riportati e blablabla, ma le cose prendono una piega ben diversa (e meno male…altrimenti avrei abbandonato la stagione al secondo episodio) Infatti i due, risultano abbastanza goffi nelle loro “attività” ed incasinano tutto in     poche    semplici    mosse, trascinando le risate dello spettatore durante scene deliranti ed esilaranti.

La situazione diventa ancora più assurda se pensiamo che l’allegra famigliola vive tra due vicini, entrambi appartenenti alle forze dell’ordine…da un lato l’aiuto sceriffo Dan Palmer (Ricardo Chavira, avevo detto Desperate Housewife? DING! Proprio Carlos Solis) dell’altro il simpatico poliziotto Rick (Richard T. Jones) Beh… Vi lascio solo immaginare.

 

Bisogna ammetterlo l’Idea di base è mooolto tirata, oltre che già vista…

 

…sarei poco obiettivo oltre che cieco a non ammetterlo. Oltretutto non si capisce come Drew Barrymore venga contagiata, la domanda non sembra se la pongano nemmeno i diretti interessati, se non proforma, questo fino alla fine della stagione. Che gli autori abbiano voluto riservare una bella sorpresa per la seconda stagione? Bene! Ma, trovo una vera cazzata non dare una purché minima spiegazione, un morso di topo radioattivo? cibo contagiato da qualche spora aliena? insomma una qualsivoglia blanda spiegazione andava bene. Ma si alla fine chissenefrega? l’idea di base è di per sé così ignorante, che alla fine le spiegazioni non servono a molto, tutto è solo un pretesto per divertenti situazioni.

Stiamo parlando di una commedia dell’assurdo, bene ma, la consulenza di un ragazzino Nerd (il vicino) esperto di Zombie e occulto…è un pò troppo cazzona come cosa.

Il ruolo della figlia è davvero forzato, ok la sua vita di adolescente è na merda, ci siamo passati tutti, droga sesso e pastorizia, stupri di vecchiette, scippo di madri incinte per pagarsi il fumo etc, tutto lecito, vabbè però… Tra famiglie arcobaleno, chi se scopa er cane er gatto, chi ha un sesso poi lo cambia, chi ne ha due e se li taglia, che sarà mai… una madre Zombie oggi giorno? vai a buttare sassi dal cavalcavia come le persone sane, dico io! Invece no, la tipa impazzisce, e scatena la sua vena anarchico/caotica quando le capita. La cosa arriva troppo presto ed è troppo preponderante, tanto che ad una certa viene anche da chiedersi….Ma chi cazzo se ne fotte dei problemi della teen di turno? Un ruolo superfluo direi, poi IMHO non mi lanciate marda Perché la penso diversamente da voi, sennò ve la faccio mangiare.

 

CI SONO ANCHE PUNTI POSITIVI CHE CREDETE!

 

 

Lo splatter non manca, chi è in cerca di Ice bucket di sangue e budella in bella mostra, non rimarrà troppo deluso.

Le situazioni sono davvero esilaranti, e meno male Perché

l’idea di base è inflazionata. Già vi immagino urlanti allo schermo… (A cojonee, ma che cazzo dici? è il primo telefilm con una moglie zombie, chi te la tajia la bamba, Coccolino?) forse per un telefilm sarà un’idea nuova ma, brutte testine di cazzo, di commedie e semi commedie in cui la moglie o il marito diventa uno zombie ce n’è parecchi, volete un elenco? eccovelo…anzi no…mi state sul cazzo già solo Perché dubitate, quindi, togliete le mani dai pantaloni, chiudete youporn e andateli a cercare.

 

Insomma “Ammè me piaciuta”  sta serie…

Tralasciando alcune cosette di cui ho scritto, riesce nel suo intento “fare ridere”, e trovo che questo sia importante, l’idea di base non sarà troppo ricercata? Mi sento di consigliare a tutti la visione. Quindi, dato che a fare le pulci alla serie ci ho pensato io, risparmiandovi la fatica, non vi resterà che godervi la prima stagione, in santa Clarita pace.
Non siete ancora convinti? e che due palle, beccatevi il trailer

Bad Preacher

Bad Preacher

Bad Preacher... Mal digerito e poi sputato dal buco più losco dell’inferno, durante il sacrificio satanico, incestuoso e sodomita, avvenuto sulle...CONTINUA...