Ed eccoci qua! A “cronometrare” la folle corsa di Ubisoft che, dal 14 febbraio, ha reso disponibile pubblicamente l’acquisto di questo videogioco in “multi-platform“. Dico “folle corsa” perché cazzo, questi stanno facendo uscire un gioco in culo all’altro, “DLC” compresi. Da “Tom Clancy’s The Division a Rainbow Six Siege” con le sue espansioni, arrivando a “For Honor” per poi fare un “pit stop” in Bolivia alla vista degli incantevoli panorami di “Ghost Recon Wildlands” di cui il mio amico “Bad Preacher” vi parla nella sua recensione della open Beta (se ancora non l’avete letta, fatelo immediatamente!).

Ma tralasciamo gli aspetti comunque notevoli, dell’operato Ubisoftse no va a finire che si montano la testa.

Comincerei premettendo che non farò riferimento a versioni “Pc” e “Xbox”, io gioco su “PS4″ il resto chiedetelo a Bill Gates.

Aspettavo da tanto tempo questo gioco, dopotutto era da un pezzo che non si vedevano temi del genere in un videogame. Torniamo a noi,”For Honor” ha sollevato molti dubbi tra gli utenti, alcuni si aspettavano una funzionalità più efficiente delle operazioni on-line, effettivamente ci sono stati numerosi problemi che, fortunatamente sono spuntati nella Beta e non nel gioco ufficiale, almeno per me è stato cosi, sfigati. Altri utenti addirittura si aspettavano un altro tipo di gioco, insomma delle vere e proprie fazioni di utenti, direi che cominciamo bene!

CREAZIONE EMBLEMA

Il gioco si apre con la scelta della fazione per cui combatterai, Vichinghi, Cavalieri o Samurai (anche se non sono tutti Samurai), Poi abbiamo la creazione e personalizzazione del nostro emblema, che è sempre ciò che ci contraddistingue, non abbiate fretta di finirlo, in ogni caso lo potrete modificare in qualsiasi momento. Io come fazione ho scelto quella dei Vichinghi. IMPORTANTE: la fazione che scegliete, non cambierà, se voi avete scelto di combattere per i Cavalieri, ma in un match prendete un Vichingo, i vostri punteggi vanno comunque alla fazione che avete scelto, in questo caso Cavalieri. La scelta delle fazioni, serve a stabilire i punteggi per la “Guerra delle Fazioni” di cui vi farò accenno più avanti.

CAMPAGNA

La stronza che vedete qui sopra si chiama Apollion, praticamente la guerra in persona. La campagna serve solo da “tutorial” per farti prendere confidenza col gioco (come in tutti i video giochi degli utlim anni) comunque, ci ho giocato molto poco, perché la trovavo davvero un dito nel culo. Diciamo che per quello che ho visto, Apollion è la solita causa di tutti i mali e tu, giocatore, vesti i panni dei vari “eroi” che la dovranno contrastare. Inizi con i cavalieri poi vichinghi e infine si passa ai Samurai…Almeno credo…Cazzo ne so sono arrivato ai Vichinghi e non ne potevo più, volevo farmi fare un’ “aquila di sangue”.

Gli aspetti della campagna sono quelli di un classico “vai avanti e mena”. Durante i vari “tutorial”, ti viene spiegato che puoi sfuttare l’ambiente circostante. Vero, peccato che a parte infilzare il nemico proiettandolo sugli spuntoni o, lanciarlo dalle scarpate, non è che ci siano particolari figate o novità. Peccato cazzo, perché io sono ancora uno di quelli che ci crede nelle “story line” ben riuscite, non dico sia brutta dico solo che è fottutamente noiosa, dopo un po’ ti cadono i coglioni, poteva essere senza dubbio qualcosa di più coinvolgente.

MULTIPLAYER 

OH! Finalmente, veniamo a qualcosa di più serio. Tutto quello che la campagna non offre lo possiamo trovare nel multiplayer. “Deathmatch”, (4vs4) oppure “Schermaglia” (sempre 4 vs 4 ma con punteggio limite) “Duello e Mischia ( rispettivamente 1vs1 e 2vs2)” e “Dominio” sono le tipologie di match che si possono disputare sia in “Giocatore vs Giocatore” che in “Giocatore vs IA”, non sottovalutate i Bot IA perchè spesso sono molto piu forti di alcuni giocatori che ho incontrato. Diciamo che giocare contro gli IA ti permette di avere un poco di margine in più se sei un impedito testa di cazzo che non sa giocare, tuttavia, sono anche utili per completare più infretta gli “ordini” ovvero gli obbiettivi da completare per ottenere esperienza, soldi, oggetti come armi, armature e tutte le personalizzazioni disponibili per i vari personaggi. Nota Bene: alcuni eroi devono essere reclutati al costo di 500 monete d’oro, che si guadagnano combattendo (già questo è un programma, Cristo! Combatti per il dio denaro) mentre altri sono già disponibili. Alla fine di ogni round, puoi ricevere materiali come l’acciaio che serve per potenziare l’equipaggiamento. Puoi cambiare personaggio ogni volta che vuoi.

ECCO QUI I GLI EROI DEL GIOCO E LE RISPETTIVE FAZIONI:

Voi chi avete Scelto?

Io ho cominciato con il “Warlord” ma ora ho scoperto che la Katana dell’ “Orochi” taglia anche l’aria!!!

Ci sono un sacco di varianti da un personaggio all’altro, dai più semplici come il “Razziatore” fino alla Valchiria che è davvero micidiale quanto difficile.

Consiglio di iniziare con un “eroe” di difficoltà media.

GUERRA DELLE FAZIONI

Veniamo all’aspetto della “Guerra delle Fazioni” come promesso.

La “Guerra delle Fazioni” consiste in uno scontro tra le fazioni, come dicevamo prima, supponiamo di aver scelto di combattere come “Cavalieri” ecco, a livello globale tutti risultati ottenuti dai giocatori che hanno scelto quella fazione, vengono messi insieme. Gli aumenti di livello, il compimento degli ordini, incrementano la “solidità” della tua fazione, facendo si che possa avere la meglio (o la peggio ovviamente) sulle altre fazioni che si contendono i territori. La “Guerra delle Fazioni” è suddivisa in stagioni, che a loro volta sono divise in turni. La fine di un turno, comporta l’aggiornamento automatico dei territori conquistati e persi e l’ arrivo di nuovi ordini. La fine di una stagione, resetta i territori conquistati e persi . Ci fa ricominciare la conquista in una stagione successiva ma i progressi precedenti non vanno persi. I turni durano molte ore, non illudete le vostre testoline malate di poter fare in quattro e quattr’otto il cazzo che vi pare. Potrete scegliere di attaccare o difendere una zona, sulla mappa, tipo “risiko”. Ovviamente attaccherete o difenderete solo i territori con la vostra armata presente su di essi. Una volta terminato il turno, la fazione con più territori conquistati si aggiudica i premi (XP, monete ecc..) non è poi così difficile, no? Le armate si possono schierare tra un game e l’altro durante l’ingresso in partita. Cazzo volete di più?

ASPETTO E PERSONALIZZAZIONE

Ok. A questo punto avete scelto la fazione per cui combattere e l’eroe che vi accompagnerà in questa esperienza multiplayer. Ma perché non renderlo più forte e più “figo”? Si sa mai che incontra una valchiria… Dal menù “Eroi” si può accedere alla personalizzazione dell’aspetto, scegliendo le sembianze (colore della pelle, sesso, colore abiti, stemmi e incisioni sulle corazze e materiale della corazza stessa). Poi si possono personalizzare e/o potenziare gli equipaggiamenti: ci sono dei parametri che è bene tenere in considerazione, come i valori di attacco e difesa, ripristino di energie e resistenza, velocità e scatto ecc…valori che cambiano a seconda dei nostri equipaggiamenti, non sto a ripeterveli. Sarebbe opportuno attribuire i giusti valori al tipo di gioco e di giocatore che abbiamo scelto, un “razziatore”  di due metri per 120 kg con un’ ascia grossa come lui, non puoi pretendere che possa essere un fulmine.

COMBATTIMENTO:

Ora avrete il personaggio tamarrissimo, con i colori sgargianti e il cazzo duro, lo credo bene!

La modalità di combattimento è a dir poco realistica, io ho fatto diversi anni di “rievocazioni storiche” ed è tutto fottutamente reale. Si può gestire la guardia in tre modi differenti : alta, dritta e stanca…EH EH EH non si chiama guardia a destra o sinistra, pivelli. Ogni “eroe” dispone di numerosissime combo, porca puttana alla fine si riduce a un “picchiaduro” a tutti gli effetti. Ci sono gli attacchi “imparabili, combo con attacchi che feriscono nel tempo, e poi ognuno dispone anche di diverse tecniche passive e non che si attivano durante il combattimento, tipo: per 30 secondi infliggi più danni al nemico o trappole per ferire gli avversari, robe di questo tipo, che a loro volta sono numerose e differenti per tutti gli “eroi”

Le esecuzioni sono un’altro aspetto figo, del combattimento: gli eroi ne possiedono due ciascuno, più altre due che si possono acquistare al prezzo di qualche migliaio di danari, all’interno del gioco ovviamente. Che dire… in multiplayer si rivela essere un gran gioco, ribadisco un vero e proprio picchiaduro con armi e cattive intenzioni. Sarebbe stato bello vivere una cosa del genere, dove i problemi si risolvevano sul filo della spada e le teste volavano che era un piacere! Comincio a capire perché mi abbia colpito, questo gioco è pura violenza.

CONCLUSIONI E ASPETTI TECNICI.

Come ho già detto prima, la campagna mi ha lasciato un po’ a desiderare, ma per il resto quando impari a giocarci, ti si apre un mondo davanti, sensibilità e dinamicita dei personaggi del tutto realistiche, il sangue è stupendo sia nel colore che negli schizzi, dagli zampilli al dissanguamento lento. Cazzo si! Violenza brutalità e barbarie!.

Però, c’è sempre un però…il gioco poteva essere sviluppato ancora meglio dal mio punto di vista, tutto cio che fa da contorno ai giocatori che si sfidano, è relativamente fittizio, nel senso che si vede troppo che gli ambienti e il giocatore, non sono un tutt’uno, basti pensare che non puoi saltare un muretto alto 30 cm. Ciò non significa che  certe dinamiche siano stati disegnate male solo che sono state realizzate in maniera quasi frettolosa, sai, tanto per…Cazzo ma a oggi sono dettagli importanti, ad esempio: se colpisco un nemico di contorno, ovvero quelli che sono lì per morire comunque vadano le cose, non sento la stessa sensazione di quando colpisci un “eroe”, sono d’accordo che ci vada un po’ di differenza, per rendere uno scontro significativo piu gradevole  di uno che non vale nulla però, la differenza non dovrebbe essere così tanta. Sarà che fare un game dietro l’altro ti fa “dimenticare”alcuni pezzi per strada? Non lo so comunque a mio parere il gioco merita più che la sufficienza, poi ad ognuno il suo, lo trovo davvero un modo paradossalmente originale per riproporre il genere “picchiaduro”.

SESSIONE ON-LINE

Cambiano le generazioni, cambia il modo di giocare e sempre di più stiamo portando il tutto a livello globale, i nostri risultati, le nostre esperienze e le nostra azioni, vengono condivise e pubblicate tra gli utenti. Sapere che hai umiliato qualcuno che vive a 5000 km da te è decisamente piu soddisfacente che farlo ad un IA, però onestamente credo che con le IA ci si divertsea lo stesso e si avevano molti meno problemi, è vero le esperienze di gioco erano limitate…ok  avete vinto 1 a 0 per il web. Ubisoft però, inizialmente non ha saputo gestire al meglio la cosa e sono stati riscontrati numerosi problemi legati ai server, tra gli utenti, che ne hanno reso quasi impossibile il Beta test, perché anche su “PS4” il “PvP” era davvero un cazzo di casino, su 5 partite ne riuscivo a fare una, a meno che non scegliessi server dove c’erano Bot IA, vedi che alla fine siamo sempre lì? Comunque sembra che in questi giorni siano state aggiornate alcune cose tramite la patch di aggiornamento 1.03 se non sbaglio. In effetti a me il risultato si è capovolto, su 5 partite ora ne gioco tranquillamente 4 senza “lag” e problemi vari. Per ora si sta comportando bene!

MUSICHE E SUONI

Nella mia “Deluxe Edition” era incluso nel prezzo anche il Cd con le colonne sonore del gioco, che pensiero carino che fa la Ubisoft, se non fosse per un pezzo rap del cazzo che trovo tanto odioso quanto inappropriato. Ma va beh, non me lo sono ancora sentito tutto, quel Cd, per cui…fatto sta che ai vichinghi piace l’ “Heavy Metal”  non il rap, per lo più all’italiana…lasciamo perdere.

I suoni del gameplay sono a dir poco formidabili invece, intendo gli effetti sonori, con la katana è ben riuscito il fischio della lama quando si libbra nell’aria, piuttosto che il suono della catena della mazza ferrata in dotazione al “conquistatore”. Il suono della carne che si lacera, il rumore degli schizzi di sangue e persino i passi sono suoni ben riusciti (oddio lo so che starete dicendo “hai scoperto l’acqua calda) beh vi dico che nonostante le tecnologie, c’è ancora tanta merda in giro, la Ubisoft con “For Honor” ha fatto un bel lavoro audio, rendendo al meglio l’esperienza di gioco; Anche le musiche del menù non son male, oltre il fatto che sono in tema del soldato da noi equipaggiato. Si può sapere che cazzo ci fate ancora qui? Andate a comprarlo, non fatevi intimorire da qualche difettino nei dettagli, nell’insieme è un gioco che vale la pena di provare, ancor di più se si hanno amici con cui farlo in compagnia. Un saluto dal vostro “Ripper” stay Tuned!

Jack The Ripper

Jack The Ripper

Sono la peggiore cosa che vi possa capitare. Avete presente quei soggetti nati per sbaglio durante un incantesimo di stregoneria nera? Ecco, non avete capito un cazzo e siete completamente fuori strada...CONTINUA...