Oggi vogliamo accompagnarvi in un mondo di isole sospese, e navi volanti. Condividendo con voi, le nostre sensazioni, ed esperienza, raccolte durante la closed Beta dell’utlimo gioco di Bossa Studios  sviluppatore che già in passato, ha raccolto apprezzamento con titoli di grande successo come I am Bread eSurgeon Simulator stiamo parlando di…

Che genere di gioco è? si spara per uccidere, ma non è uno sparatutto, ci sono le piattaforme, ma non è un platform, ci sono i mezzi, ma non è un simulatore, si costruisce, ma non è minecraft! E allora che cazzo è? Bheeee..è Worlds Adrift! Un gioco con uno stile tutto suo, sicuramente da provare, è un incrocio tra esplorativo e Crafting, con una spruzzata di surreale.

Si parte all’interno di una sala, con una pistola scarica, e un rampino. Per farci capire subito come funziona il gioco, dovrete uscire di li, e atterrare sulla terra ferma possibilmente vivi.

Dove spawnai io, la terra distava ancora parecchi metri, in quel punto c’è una macchia di sangue ad imperitura memoria del mio sacrificio. Respawnato nuovamente nella sala…Ero indeciso sul dafarsi (il cavo non sarebbe mai bastato) Caso volle che, un essere orrendo con forma di mosca della cacca passasse di li, agganciato con il rampino, l’orrenda bestia funzionò da taxi per la terra ferma! Yuppyyyy…fui ucciso da un colpo di pistola il secondo prima di poter poggiare un piede sul terreno .

Atterrati dovrete collezionare legname e materiali ferrosi, per creare oggetti e navi volanti, che vi serviranno per esplorare le isole limitrofe. (Craftate subito dei proiettili, consiglio della nonna!)

Nel far questo dovrete esplorare le isole, sulla loro superficie o nel sottosuolo, avvicinando creature volanti di ogni sorta, colore e bioluminescenza, e, se siete furbi, utilizzandole come mezzo di trasporto veloce. Ma non fatele incazzare…o vi inseguiranno in compagnia di tutti i loro amici, fino alla morte loro ma quasi sicuramente vostra.

Esplorando scoprirete segni di antiche civiltà che nel passato prosperavano, e che conquistarono varie isole. Potreste perfino incappare in scrigni pieni di tesori, lasciati dai precedenti abitanti di quei luoghi.

Gli scenari sono surreali e magici, davvero un piacere per l’occhio, nel loro stile minimale a colori leggeri. I cieli sono realizzati molto bene, nuvole volumetriche e passaggio da giorno a notte, intervallati da tramonti ed albe coloratissime, rendono l’atmosfera incantevole. Potreste trovarvi tutto di un tratto in mezzo a piogge torrenziali con tanto di lampi, oppure in mezzo a potenti scosse dalla sconociuta provenienza.

Quando avrete preso dimestichezza e creato la prima nave, possibilmente, con l’aiuto un buon equipaggio “fidato” ancora meglio se di amici, potrete affrontare i cieli e dare la caccia a suon di cannonate ai vostri acerrimi nemici! Ossia tutti quanti….

 

PRIMI PASSI BALZI

…In principio era il Chaos, non si sapeva dove o cosa cazzo fare!!! Paura e disperazione avvolgevano gli utenti…

Non vi prendo per il culo, partire e capire come funziona questo gioco è davvero, davvero, davvero….davvero complicato…ma davvero eh!

Il primo approccio è stato traumatico forse per il fatto che era ancora in Alpha (ora in Beta), ma mancava (e tuttora manca) un minimo di tutorial, (sinceramente odio i tutorial nei giochi ma… In questo caso vi assicuro che sarebbe necessario, non è un gioco che potrei definire… immediato)

Ok, facile capire a cosa servono gli strumenti in dotazione ma… Il resto è nebbia Ottocentesca in una notte Londinese senza Luna! Spero vivamente che nella versione finale, le cose diventino più chiare perchè, lasciare certi dinamiche al caso, può stufare l’utenza più frettolosa. Conosco gente che dopo i primi 3 minuti ha rinunciato! Ed è tornata a giocare a Barbie Raperonzolo…..

 

Apri il menù ma fallo al riparo…

Purtroppo i menù non si chiudono premendo ESC quindi se qualcuno vi sta sparando addosso mentre craftate, per la fretta impazzirete senza riuscire a chiudere e mettervi al riparo, e verrete bruciati come cumuli di inutile e maleodorante spazzatura in una discarica in pieno agosto! Mentre sarebbe bastato cliccare sulla fottutissima X in alto a destra del menù… e sti cazzzzi?!?!?!?

 

Oggetti e interazione

CONTENITORI Cercate accuratamente intorno a voi perchè potreste trovare, antichi scrigni e casse, contenenti armi, oggetti, vestiti, e progetti/schematics di ogni sorta. Ogni isola può avere fino a 3 grandi scrigni, svariate casse di rifornimento, e 4 o 5 murales (che sfortunatamente non ho mai trovato) Questo è il tipo di loot che vi converrebbe prendere all’istante, combattendo contro altri giocatori se necessario! Perchè una volta scomparso, il tempo di respawn sarà luuuuuungo svariati minuti.

CILINDRI Ci sono dei cilindri arrugginiti con oggetti semoventi e lucine, questo tipo di oggetti è presente in 3 copie per ogni isola, non scomparirà mai, una volta usato, sarà disponibile a tutti, ma sarà utilizzabile una volta per utente. Se andrete nelle sue vicinanze e premerete 4, poi tasto sinistro in direzione dell’oggetto sparerete un cavo che analizzerà i dati dell’oggetto, dandovi 25xp, accumulati abbastanza punti, potrete sbloccare una voce dal menù crafting.

ALBERI usando contro di essi il vostro estrattore (numero 1 della tastiera) potrete estrarre legname.

ROCCE Alcune rocce, sorpatutto quelle sui bordi delle isole, conservano al loro interno materiali ferrosi, usando contro di essi il vostro estrattore (numero 1 della tastiera) potrete estrarre metalli di vario genere, e se fortunati trovare un seme verde, da raccogliere velocemente, necessario per attivare i motori delle navi!

 

E tu vivrai nel terrore l’aldilà…

Il loot è sempre buono ve lo assicuro, ma una cosa altrettanto sicura è che c’è gente SPIETATA (come me) che non ha alcuna voglia di sbattersi a cercare, e vi ucciderà senza ritegno per prendere il frutto delle vostre fatiche, (probabilmente trollandovi con un T-bag dopo avervi ucciso, io lo farei) State sempre allerta! Non usate i contenitori craftabili a meno di non nasconderli bene o di avere un amico che li possa sorvegliare. Mettetevelo in testa, in questo gioco regna il socialismo più abietto non esiste proprietà privata…tutto e di tutti, o di che riesce a tenerselo stretto.

La cosa vale anche per le aereonavi, e per gli oggetti su di esse posizionati, chiunque salga a bordo potrà andarsene con la nave e gli oggetti in essa conservati. Peggio, assaltarvi con rampino e aspettare il momento buono, e vi assicuro che piantare sulla nave un respawner, non vi gartantirà la riconquista della stessa, ma vi garantierà un un inferno di ripetizione, morte morte morte e ancora morte e anche umiliazione! (T-bag)

Navigavo tranquillo per i cieli a bordo di una nave sequestrata (…ovviamente), quando avvisto una nave alla deriva, tento l’avvicinamento quando… Dietro di me spawna all’improvviso un altro giocatore che si incazza per il mio furto, rispondo che la nave alla deriva era mia e che ho visto il capitano di quella su cui eravamo al momento, suicidarsi gettandosi nel vuoto e dato che la mia nave aveva perso le vele ero salito sulla suddetta per salvarmi, la storia mi garantì loot e suppporto dal malcapitato, che mi portò alla sua base, ovviamente ottenuto il massimo da lui lo uccisi senza ritegno…più e più volte fino a che non mi  stufai alchè feci schiantare la nave…

Quindi gente state cauti…e sperate di non incontrarci mai in gioco…

Difficoltà di apprendimento…(o come direbbe la maestra stronza) E’ bravo ma non si applica.

 

Ma… qui c’è poco da essere bravi e intuitivi, come dicevo prima, ci sono molte cose di dubbia comprensione, prima o poi le capirete da soli, ma cristonando parecchio. La prima è il crafting, bisogna fare Drag&Drop del materiale sull’apposita casella di un oggetto da craftare, tanti giochi funzionano così vero? sembra una cazzata, perchè ve lo detto! Foste in gioco non ci sareste arrivati all’istante, ma soltanto dopo tribolazione!

 

 

La seconda è la guida della navi volanti o aereonavi che dir si voglia, 2 tasti hanno la stessa funzione per salire SPAZIOSHIFT ma e non si sa perchè. Per scendere si usa lo SPAZIO si muove la cloche con il movimento del mouse, si ruota la nave con A e D una cosa che posso insegnarvi è di piazzare le vele per il movimento rapido, davanti al timone, per tenere sempre sottocchio la direzione del vento, no il lembo di straccio rosso non basta.

Sempre per il crafting ci sono svariate cose incomprensibili, come il peso, alle volte le navi non si solleveranno, ma non potrete aggiungere un secondo reattore, allora che si fa? la si fa più leggera con un solo reattore? e le vele al poste delle ali.

 

Si ma, come faccio a costruirne una di metallo corazzata se i motori a benzina non permettono di farla sollevare etc etc etc insomma un bel casino. Sto recensendo il gioco e non sono un punto informativo, quindi giocate o chiedete a Bossa di rendere le cose un po più comprensibili!

 

Una volta costruita una nave e fatta salpare…sarà un bel problema ripararla dato che non esiste un modo per attraccare ad un nuovo porto, stando sulla nave, potrete riparare, piccoli problemi, ma non riassemblare! Ossia…se la vela si rompe? la riparate con il modulo riparatore, (sempre disponiate di abbastanza materiali si intende), ma se la vela si stacca? saranno cazzi vostri, atterrate la trainate con i cavi e poi? Ecco qui nasce il dubbio…creare un nuovo porto? no, mi spiace vi dirà che la nave non è attraccata a nesun porto, e come cazzo la attracco? lo scoprirete e me lo farete sapere…grazie.

 

Una volta superate le paure i casini e i pirati, vorrete oltre che spostarvi di isola in isola, cambiare zona, passando per quei muri infiniti di nebbia, chiara, rossa, e nera, ok…create una nave con i contro cazzi e tenetevi forte perchè dovrete superare una tempesta dietro l’altra per superare quei muraglioni, dove sicuramente la vostra nave, un lampo dopo l’altro, verrà fatta a pezzettini, ma finalmentepotrete potrete arrivare in zone meravigliose, di cui, appositamente non voglio parlarvi, per non togliervi il gusto del gioco.

Sappiate solo che il vero gioco inizia dietro le cortine.

 

 

ISLAND CREATOR

L’editor di isole, è un ottima idea, che dovrebbe accompagnare tutti i giochi, ma aimè succede molto di rado che esca un editor ufficiale.

Se invece voleste provare le isole create dagli altri utenti…Vi basterà scegliere l’isola dallo Steam Workshop e poi cliccare su SOTTOSCRIVI. Le isole a cui vi sarete sottoscritti saranno visibili all’interno del gioco “Island Creator“, Cliccando sull’icona di Steam, vedrete l’elenco di tutte le isole a cui vi sarete sottoscritti, da poter caricare e provare. Alcune impiegano parecchio per essere caricate. dato il loro peso elevato.

L’editor è scaricabile gratuitamente da Steam a questo link, è molto semplice ed intuitivo. Almeno, lo è per chi ha un minimo di esperienza con la modellazione 3D. I comandi da tastiera sono molto simili a quelli di programmi come Maya

F per centrare la camera sull’oggetto selezionato
ALT+ 4 tasti del mouse per gestire la posizione della camera

Potete sbizzarrirvi nel creare isole della forma che più vi aggrada. Il bello è partire dai solidi base estrusori o sottrattori per creare un ambiente di partenza, poi renderlo più morbido, e passare ai 3 strumenti di sculpting, per aumentare dimensioni e altezza della mesh, oppure diminuirla, o ancora usare lo strumento di appiattimento, utilizzabile su tutti e tre gli assi XYZ basterà ruotarlo.

Dopo avere creato un terreno come lo desiderate, passerete ai materiali, il bello è che avete abbastanza liberta su di essi. Potrete crearveli voi decidento quale texture usare e come colorarla, quale livello di bumb utilizzare etc etc.

Finito con i materiali si passa al posizionamento degli oggetti, potrete usare tutti gli oggetti che appaiono in gioco, perfino aggiungere effetti come pulviscolo, lucciole, o foglie mosse dal vento.

Si passa poi all’inserimento di rocce e altrei piccoli o grandi oggetti come massi o alberi e vegetazione varia, quando il tutto vi avrà soddisfatto…

Poterte passare all’illuminazione globale che richiederà alcuni minuti di auto loading, e tadaaaa! avete creato la vostra prima isola!

Per vedere come meglio appare con le varie luci potrete perfino cambiare l’orario della giornata da mattina a notte, e poi abilitare la navigazione con un personaggio, per esplorare l’isola e trovare errori dal punto di vista del giocatore.

Non vi resterà che pubblicarla!

Per meglio capire come funziona seguite i video tutorial di Bossa Studios

 

Secrets in the Sands

Giusto qualche giorno fa, un nostro utente e amico, che ha partecipato alle nostre scorribande piratesche per i cieli di Worlds Adrift. Ha creato un isola, utilizzando l’editor. Si è fatto davvero il culo (sai che voja! che sbatta!) ma sembra ne sia valsa la pena. Perchè è una delle isole più curate nei dettagli ed interessanti viste fino ad ora. Vi consigliamo di farci un salto. L’atmosfera desertica è stata riportata in pieno, potete sottoscriverla da questo Link

Ci auguriamo che Bossa decida di inserire questa enorme isola piena di segreti nel gioco, come già successo per altre creazioni di altri utenti, e speriamo vi piaccia, mettetegli un bel Like.

 

OPINIONI FINALI

Un gioco con i coglioni, atomosfere bellissime, e divertente da giocare se siete in gruppo, in singolo non caverete un ragno da un buco.

Bello potersi spostare on il rampino, cliccare due volte su spazio per darsi una potente spinta e riagganciare il rampino ad un altra sporgenza, intanto sparare come pazzi al vostro nemico durante un inseguimento, che voi siate l’inseguito o l’inseguitore!

Stupendo poter salire sulla propria nave e poter dare la caccia ad altre navi con l’aiuto della proprioa squadra sparando cannonate e andando all’arembaggio con i rampini!

Visivamente è un piacere per l’occhio, colori design, tramonti ed albe, i cieli…da pugnette!

Diciamo che come gioco ci sta dentro in pieno! deve essere solo smussato qui e li, e potrebbe essere pronto per uscire, mancano cose come porte con serrature, blocchi per le navi, o per i contenitori, insomma è troppo facile rubare o perdere loot e nave.

Per ora non c’è ma spero che presto venga inserita una sorta di storia e delle quest interessanti perchè allo stato attuale la cosa si fa un pò noiosetta da quel punto di vista.

La fisica del cavo è spettacolare, come si piega ad ogni supervice che incontra, potrete perfino arrotolarlo contro un palo per tutta la sua lunghezza, c’erto anchessaà non è priva di piccoli bugs

L’editor è buono ma manca di ulteriori strumenti spero vengano inseriti presto.

Ahhhh un punto a favore di Bossa…il gioco è completamente realizzato con Unity!

 

 

 

Bad Preacher

Bad Preacher

Bad Preacher... Mal digerito e poi sputato dal buco più losco dell’inferno, durante il sacrificio satanico, incestuoso e sodomita, avvenuto sulle...CONTINUA...